Petrona' Eventi Storici Centro Naturalistico Manulata Briganti della Sila

SERENATA

Nonostante i rischi di continuare a portarle serenate,
di notte si reca sotto le sue finestre,
armato di coltello
e sulle note della chitarra canta:

Chitarra cu corde d'argientu,
facitime nu suonu imperiale,
vogliu dire canzune cchiu de cientu
ppe dispiettu di chi me voze male:

io signu cumu u lupu a passu lientu,
e nu me spagnu si abbaianu i cani.
Li cose fazzu a tiempu e ni me pientu
C'aiu u curtiellu a portata e manu.

Arvulu piccirillu ti chiantai
Cridiendu ca de tie coglia lu fruttu;
ccu nu zappune d'oru ti zappai
e pue ti abbiverai ccu lu mio chiantu ruttu.

Ma vinne n'uomu chi nu te vitte mai,
Vasciau lu ramu e si cogliu lu fruttu!

I versi sono stati riportati da "IL PETILINO": LA MAGIA DEL VILLAGGIO PRINCIPE nei ricordi di Luigi Comberiati di Petilia Policastro, raccolti da Giuseppe Muraca di Petrona'.

 

 

InfiniMarketing.net SafeZone.it SafeZone.ro SafeZone.en Metalubs.it LaProSila.it Petrona.it K.Raf.Mar Blog